Combattere il caldo a tavola: 3 idee con La Pasta di Camerino

31 Luglio 2020

Luglio e agosto sono i mesi del solleone: siamo nel pieno dell’estate e insieme al clima secco arrivano anche le temperature più alte dell’anno, che diventano difficili da sopportare proprio all’ora di pranzo. E quando il caldo si fa torrido, lo sappiamo bene, la voglia di cucinare crolla sotto zero. Tuttavia, con un po’ di creatività e attingendo alle ricette della tradizione, possiamo preparare dei pranzi freschi e leggeri anche con la pasta, limitando al minimo l’uso dei fornelli: ecco le nostre 3 idee per combattere il caldo a tavola con La Pasta di Camerino.

Idea numero 1: Farfalle La Pasta di Camerino con il pesto alla siciliana

La nostra prima proposta è a base di pesto alla siciliana, una salsa fredda preparata completamente a crudo con gli ingredienti tipici della più grande isola del Mediterraneo, la splendida e soleggiata Sicilia. Come per la maggior parte delle ricette tipiche, anche del pesto alla siciliana esistono numerose varianti (a base di pomodori freschi o secchi, con mandorle o pinoli…) che spesso si tramandano di famiglia in famiglia; noi abbiamo scelto questa ricetta che ci sembra saporita al punto giusto, ma al tempo stesso leggera.

Preparate 500 g di pomodori ramati maturi, 150 g di ricotta vaccina – noi preferiamo quella salata, 100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato, 50 g di pinoli, un mazzetto di basilico, 150 ml d’olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale e un robot da cucina. Mettete tutti gli gli ingredienti nel bicchiere del robot e frullate con cura, fino ad ottenere una salsa omogenea.
Nel frattempo fate bollire abbondante acqua salata, buttate le Farfalle La Pasta di Camerino, che hanno un tempo di cottura di soli 6 minuti, e scolatele al dente.
Un consiglio? Aspettate un paio di minuti prima di portare a tavola, così il piatto si sarà intiepidito e potrà sprigionare tutti i suoi meravigliosi profumi.

Ora che siamo stati in Sicilia, vi invitiamo a risalire la nostra Penisola fino alle limpide acque della Liguria, dove troviamo un’altra salsa tipica, famosa in tutto il mondo…

Idea numero 2: Spaghettini La Pasta di Camerino con il pesto genovese

Come il pesto alla siciliana, anche il pesto genovese nasce da una lunga tradizione, che vede la Liguria come terra delle erbe aromatiche fin dal medioevo. A differenza del pesto alla siciliana, invece, questa salsa nata a metà dell’800 non ha mai subito particolari variazioni; tuttavia, per non sbagliare, noi siamo andati a scovare la ricetta ufficiale del Consorzio del Pesto genovese, che prevede l’uso esclusivo del mortaio e bandisce il mixer.

Ecco riassunti gli ingredienti:

  • 50 g di basilico a foglia piccola
  • mezzo bicchiere di olio e.v.o.
  • 6 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 2 cucchiai di Pecorino Sardo grattugiato
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • qualche grano di sale grosso

Anche questa volta, mentre preparate la salsa, potete portare ad ebollizione l’acqua per la pasta. Al posto delle Linguine – in via eccezionale a causa del grande caldo – vi suggeriamo di utilizzare i nostri Spaghettini, che hanno un tempo di cottura di 8/9 minuti.

Lavorare gli ingredienti con il mortaio non è nelle vostre corde? Allora vi proponiamo una ricetta light sia negli ingredienti che nella preparazione…

Idea numero 3: Insalata di pasta con Penne Hammurabi

Per la nostra ultima proposta abbiamo pensato di abbinare la nostra pasta di grano antico Hammurabi con ingredienti freschi e completamente crudi, che vi permetterà di fare il pieno di sali minerali e vitamine. Inoltre, grazie al basso indice di glutine e al basso indice glicemico della pasta Hammurabi, questo piatto è la soluzione ideale per evitare il senso di pesantezza che segue il pranzo: un piatto fresco che vi farà sentire leggeri!

Fate cuocere le Penne Hammurabi al dente, scolatele e ripassatele in padella con un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva. Questo permetterà alla pasta di non attaccarsi mentre si raffredda.

Nel frattempo tagliate dei pomodori ciliegini a spicchi, lavate un mazzetto di rucola e spezzettatela con le mani in maniera grossolana, tagliate a rondelle delle olive nere snocciolate.

Condite le verdure con un filo d’olio e un pizzico di sale, unitele alla pasta fredda e aggiungete della feta sbriciolata e un cucchiaio di semi di zucca.

Ora che vi abbiamo descritto le nostre tre ricette per combattere il caldo senza rinunciare alla pasta, vi diamo un ultimo suggerimento che vale per tutte: nelle preparazioni a crudo è ancora più importante scegliere ingredienti freschi e di alta qualità per portare a tavola dei piatti buoni e salutari.

Amate cucinare anche quando il caldo è insopportabile? Allora date un’occhiata alle nostre ultime  videoricette con la nostra pasta e gli ingredienti di stagione!