Tagliatelle con le fave in porchetta: la ricetta anti-spreco della nonna

5 Giugno 2020

Le fave in porchetta sono un piatto saporito tipico della cucina contadina marchigiana: le nostre nonne le cucinavano per non sprecare quelle più grosse e dure, che risultano troppo amare per essere mangiate crude. Noi abbiamo deciso di abbinare le fave in porchetta alle nostre Tagliatelle, per realizzare un primo ricco, perfetto per un pranzo in famiglia.

Difficoltà: FACILE
Tempo di preparazione: 45 min

Ingredienti per 4 persone:

350 g di Tagliatelle La Pasta di Camerino

2 kg di fave da sbucciare

200 g di guanciale

2 spicchi d’aglio

vino bianco q.b.

un mazzetto di finocchio selvatico

sale e pepe q.b.

Preparazione

Riempite una pentola capiente con l’acqua salata e portatela a ebollizione; nel frattempo, togliete tutte le fave dal baccello. Quando l’acqua bolle, lessate le fave per circa 1 minuto, scolatele e fatele raffreddare un pochino, poi procedete a togliere la pellicina, per ottenere un piatto più raffinato.

Tagliate il guanciale a dadini, lavate con cura e tritate le barbe del finocchio selvatico.
Fate soffriggere due spicchi d’aglio in camicia, aggiungete e lasciate rosolare il guanciale, poi il finocchio selvatico e infine mettete in padella le fave; salate, insaporite con un po’ di pepe, sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere per qualche minuto, finché le fave non risulteranno morbide. Solo a questo punto, togliete gli spicchi d’aglio.
Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolatele al dente e fatele saltare in padella insieme alle fave in porchetta.

I consigli dello chef

Per amalgamare alla perfezione tutti gli ingredienti, scolate poco le tagliatelle, in maniera che un po’ dell’acqua di cottura finisca in padella.

Questa ricetta è perfetta anche con i Paccheri Rigati La Pasta di Camerino.